MODELLO 730: tutto ciò che devi sapere

Informati

Sei stato anche tu in cassa integrazione? Hai delle spese mediche da detrarre? Hai usufruito del bonus vacanze, bonus facciate, superbonus 110% per i lavori di riqualificazione energetica e/o riduzione del rischio sismico, l’ex bonus Renzi e l’incentivo per l’acquisto di biciclette e monopattini? Bene, devi richiedere il modello 730. Ti spieghiamo cos’è, a chi richiederlo, i documenti necessari e perchè lo devi richiedere.

COS’È?

Il 730 è il modello per la dichiarazione dei redditi dedicato ai lavoratori dipendenti e pensionati. I vantaggi: non devi eseguire calcoli e ottieni il rimborso dell’imposta direttamente nella busta paga o nella rata di pensione, a partire dal mese di luglio (per i pensionati a partire dal mese di agosto o di settembre).

Se invece, devi versare delle somme, queste vengono trattenute dalla retribuzione (a partire dal mese di luglio) o dalla pensione (a partire dal mese di agosto o settembre) direttamente nella busta paga.

* IMPOSTA : È una quota di reddito che lo Stato o gli enti pubblici prelevano in modo coattivo per il finanziamento di servizi di comune utilità. Può essere diretta ( come l’IRPEF e l’IMU) o indiretta (come l’IVA). Ma NON è una tassa, in quanto quest’ultima corrisponde ad una prestazione e/o al consumo di un determinato servizio.

CHI DEVE FARE IL MODELLO 730?

Il modello 730 deve essere presentato dai contribuenti che nel 2021 sono:

• pensionati o lavoratori dipendenti (compresi i lavoratori italiani che operano all’estero per i quali il reddito è determinato sulla base della retribuzione convenzionale definita annualmente con apposito decreto ministeriale);

• persone che percepiscono indennità sostitutive di reddito di lavoro dipendente (es. integrazioni salariali, indennità di mobilità);

• soci di cooperative di produzione e lavoro, di servizi, agricole e di prima trasformazione dei prodotti agricoli e di piccola pesca;

• sacerdoti della Chiesa cattolica;

• giudici costituzionali, parlamentari nazionali e altri titolari di cariche pubbliche elettive (consiglieri regionali, provinciali, comunali, ecc.);

• persone impegnate in lavori socialmente utili;

• produttori agricoli esonerati dalla presentazione della dichiarazione dei sostituti d’imposta (mod. 770), Irap e IVA;

• lavoratori con contratto di lavoro a tempo determinato per un periodo inferiore all’anno.

  • titolare di Partita IVA, anche se nel 2020 non ha prodotto reddito;
  • chi nel corso del 2020, ha ricevuto più di una Certificazione unica, e l’imposta superi i 10,33 euro;
  • il lavoratore percettore di indennità pagate dall’INPS per cassa integrazione, mobilità in deroga o ordinaria, disoccupazione NASPI, nel caso in cui non siano state effettuate per errore le relative ritenute, o se non rientra nelle condizioni di esonero;
  • chi ha percepito reddito da lavoro dipendente, sui quali ha fruito di detrazioni o deduzioni non spettanti;
  • chi ha percepito reddito da lavoro dipendente, ha ricevuto retribuzioni pagate da privati non sostituti d’imposta;
  • chi ha un reddito da lavoro dipendente e/o percettori di redditi assimilati senza detrazioni e trattenute addizionali comunali e regionali IRPEF, in caso in cui l’importo dell’addizionale sia superiore a 10,33 euro.

A CHI RICHIEDERLO?

La dichiarazione può essere presentata fino al 30 Settembre ed ha un costo che va dai 40 euro se iscritti al patronato fino a 70 euro per i non iscritti.

Se ti sai maneggiare con la complicata area riservata dell’Agenzia delle Entrate puoi compilare direttamente lì il modello 730 precompilato.

In alternativa ti consigliamo di rivolgerti ad un CAF o ad un consulente del lavoro, un commercialista o ad un ragioniere. A queste ultime tre figure dovrai fornire una delega per accedere alla dichiarazione precompilata, accettarla, modificarla o integrarla e consegnargli una copia dei documenti necessari a verificare i dati inseriti nella dichiarazione; oppure consegnando il modello cartaceo già compilato con la documentazione.

*Sei di Trieste e non sei iscritto ad alcun sindacato? Per professionalità, competenza, gentilezza, disponibilità e rapidità ti consigliamo Asseconsult Srl, in Via della Ginnastica 39/a.

DOCUMENTI NECESSARI: clicca su questo link per tutta la lista completa.

PERCHÈ LO DEVO RICHIEDERE?

Sono previste delle sanzioni amministrative di importo variabile in base all’ omissione in questione ( es. mancata presentazione della dichiarazione, omissione di imposte etc.) e vanno dai 250€ fino a 2100 euro circa.

di Elisa Laezza

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: